«

»

Dic 29

Stampa Articolo

Mal di testa, cefalea e artrosi cervicale: le nuove cure

cervicale6

In Italia circa sei milioni di persone, per la maggior parte donne, soffrono di cefalea primaria, mentre studi internazionali evidenziano che circa il 90 % dei pazienti con cefalea utilizza farmaci da banco in modo improprio e protratto, con i rischi connessi alla loro tossicità e abuso/dipendenza.

In Europa,  il 53 % degli adulti soffre di cefalea, di cui circa l’1,4-2,2 % in forma cronica refrattaria, con un notevole peggioramento della qualità della vita.

I dati O.M.S. indicano inoltre che la cefalea tensiva rappresenta la seconda condizione di cronicità più frequente nella popolazione globale.  Sinonimi sono cefalea muscolo-tensiva, cefalea da stress, cefalea psicogena, cefalea psicomiogena.

Quali sono i sintomi cui bisogna prestare attenzione per differenziare una cefalea vasomotoria da una cefalea muscolo-tensiva e/o artrosi cervicale?

Cefalea vasomotoria

Cefalea tensiva

1.    Dolore  da intenso a violento soprattutto in regione temporale e/o parietale

1.         Dolore sordo ed intenso in regione occipitale e/o frontale e parietale
2.    Non varia con la posizione 2.         Varia muovendo il collo
3.    Solitamente pulsante 3.         Raramente  pulsante
4.    Non gravativo 4.         Sensazione di peso
5.    Fotofobia (necessita del buio) 5.         Dolenzia ai globi oculari
6.    Aura (disturbi che la precedono) 6.         Vertigini  o sensazione di instabilità
7.    Frequenti nausea e vomito 7.         Possibili nausea e vomito
8.    Possibili scintillii (scotomi) o disturbi di visione in una parte del campo visivo (emianopsia) 8.         Raramente disturbi visivi

Ma quali sono le novità nell’ambito diagnostico delle cefalee vasomotorie?

Da molti anni si è messo in evidenza come alcune forme di cefalea primaria siano da mettere in relazione con l’assunzione di alimenti. Tuttavia l’astensione dagli stessi cibi non produce i medesimi risultati in tutti i pazienti e quindi spesso le persone sono portate a negare la connessione fra il loro mal di testa e l’alimentazione. Da anni nel nostro centro Frontis di Roma eseguiamo il test Alcat per le intolleranze alimentari che ci permette di capire quali possono essere i cibi o i gruppi alimentari deteminanti la patologia nel singolo individuo. In base al risultato ottenuto, si elabora una dieta specifica che permette al paziente un’accurata disintossicazione dall’alimento e quindi una soluzione alquanto “naturale” di cefalee che spesso durano da molti anni, sia nei bambini che negli adulti. Il farmaco omeopatico opportunamente scelto a seconda del tipo di cefalea primaria, permette il controllo da subito del sintomo.

Cefalee di origine ormonale e nevralgie sono invece accuratamente studiate e quindi trattate con farmaci omotossicologici per la cura della causa delle stesse e della sintomatologia indotta.

Come si tratta una cefalea muscolo-tensiva  e/o l’artrosi cervicale con la medicina integrata?

Per il trattamento non solo sintomatico di questo tipo di cefalea, nel nostro Istituto, si utilizzano farmaci omeopatici e omotossicologici adeguatamente scelti in base alla costituzione del paziente e alla sua sintomatologia. Tali farmaci sono somministrati con diverse modalità, sia domiciliari che ambulatoriali, come per esempio la somministrazione settimanale in mesoterapia nei punti di agopuntura. Con questa tecnica non soltanto si tratta il sintomo, ma si può indurre una reidratazione e rigenerazione di dischi intervertebrali e corpi vertebrali,  che documentiamo con la risonanza magnetica da oltre 20 anni.

Dott.ssa Paola Fiori

 

Presso l’Istituto Frontis di Roma, Martedì 24 Gennaio 2017, gli specialisti saranno a disposizione per consulenze gratuite e daranno indicazioni su come curare cefalee e artrosi cervicale.

Posti limitati. Per info e appuntamenti: Tel. 0688640002  segreteria@frontis.it

Permalink link a questo articolo: http://www.frontis.it/mal-di-testa-cefalea-e-artrosi-cervicale-le-nuove-cure/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi